"… armoniosa dimora di familiari consuetidini..."

Stacks Image 13
Bovino, il borgo degli ottocento portali di pietra, è uno dei “Borghi più belli d’Italia” posta a confine tra Puglia e Campania ha svolto nei secoli un ruolo strategico nei collegamenti tra Adriatico e Tirreno. Autori antichi come Plinio e Polibio ci attestano la sua straordinaria storia antica che vede in epoca romana  l’importante attestazione di “colonia” per Vibinum. La storia di Bovino prosegue a ritmo incalzante nelle epoche successive nelle quali si susseguono periodi di distruzione con ben più numerosi periodi di splendore, prosperità e godimento di privilegi.

Tutto questo viene testimoniato non solo dalle fonti storiche ma, soprattutto, dalle fonti archeologiche, architettoniche ed urbanistiche che sono visibili nella cittadina. Il borgo racchiude al suo interno sette chiese, tra le quali ha notevole importanza la Cattedrale (S.Maria Assunta) denominato “monumento nazionale”, sulla cui facciata, nel 1231, il maestro Zano, proveniente dalla Gallia, impresse il primitivo stile gotico che inaugurò la stagione del romanico in Puglia. Altra incantevole bellezza di Bovino è il Castello (o Palazzo) Ducale con la sua torre normanna risalente all’XI sec., opera del conte normanno Drogone. Il Castello fu in seguito ampliato, prima da Federico II di Svevia e, successivamente, nel seicento, dalla casata dei duchi Guevara, i quali lo trasformarono in palazzo gentilizio dove hanno trovato ospitalità illustri personaggi come Torquato Tasso, Giovan Battista Marino, Maria Teresa d’Austria, Papa Benedetto XIII e nel quale è gelosamente custodito “Il martirio di San Sebastiano” del Mattia Preti. Le altre chiese, dislocate nel centro storico, sono testimonianza di ulteriore storia come la Chiesa del Carmine edificata nel seicento dai Gesuiti; la neoclassica Santa Marie delle Grazie; l’antichissima, del 1099, Chiesa di S. Pietro, importante esempio di Architettura romanica con elementi bizantini innestati su resti di epoca romana, come nel fonte battesimale; la Chiesa del Rosario, gotica ed elegante nella sua struttura ad una sola navata ed importante attestazione della presenza dei frati Domenicani a Bovino; rilevanti sono anche le quattrocentesche Chiesa dell’Annunziata e Chiesa di S. Francesco nonché la Chiesa di S. Antonio con il convento dei Cappuccini sorta nel 1618 per un voto del duca Giovanni di Guevara.


Servirebbero ancora fiumi di parole per illustrare la straordinaria storia del nostro paese ma siamo certi di aver suscitato in voi l'interesse per visitarlo personalmente.